con le spalle al muro/ back to the wall

 

Ci hanno ridotto in mutande. Una testimonianza della situazione economico politica in cui ci troviamo. A un anno dalle prime manifestazioni di piazza degli indignados svoltesi a Madrid. A seguito del flash mob avvenuto all’inizio dell’anno nelle metropolitane di tutto il mondo, da Milano a New York, da Tokyo a Parigi. Sullo sfondo scarlatto che fu il colore del peccato, giovani e meno giovani, disoccupati e no, hanno risposto a questa provocazione dando il loro contributo per comunicare una situazione di forte crisi in cui l’economia fa da padrona e l’uomo comune non viene ascoltato. I loro volti sono gli stessi che vediamo ogni giorno per strada, al lavoro, al supermercato, al telegiornale; i loro volti ci comunicano molteplici sensazioni: rabbia, preoccupazione, paura, indignazione.

L’uomo dell’anno secondo il Times e’ presente qui per rivendicare il suo diritto a protestare, a indignarsi. Ognuno di noi può sentirsi rappresentato e riconoscersi dietro la sua maschera.

guarda il progetto

We have reduced in their underwear. A testimony of the political and economic situation in which we find ourselves. One year after the first demonstrations of the indignados held in Madrid. Following the flash mob earlier this year in the subways around the world, from Milan to New York, from Tokyo to Paris. On the background color scarlet was the color of sin, young and old, unemployed and not, have responded to this provocation by giving their contribution to communicate a situation of severe crisis in the economy ago from owner and the common man isn’t heard. Their faces are the same that we see every day on the street, at work, at the supermarket, on the news, their faces us with many feelings: anger, worry, fear, indignation.

Man of the Year according to the Times’ this here to claim his right to protest, to be indignant. Each of us can be represented and recognize behind his mask.

see the project